Di cosa sanno le mani di mia madre

 

di Carmine Starnino

 


Proprio adesso ovviamente di aglio. Ne sta tritando
un po' per la pasta con alici di stasera, il piatto
preferito di mio padre. La salsa ne richiede tre spicchi
e tre filetti di acciuga, schiacciati con una forchetta,
il tutto messo insieme a soffriggere nell'olio per circa
due minuti. Ma dopo cena - dopo aver sfregato
il tegame sporco e ripulito i piatti unti,
dopo aver sciacquato le macchie di vino dai bicchieri
e asciugato le macchioline di grasso sulla superficie del forno -
prendi le sue mani, arrossate dalle scottature
dell'acqua bollente, portatele al viso, respira profondamente,
e da qualche parte, tra le nocche rossastre delle dita,
c' il fresco imprigionato in una pila di lenzuola appena asciugate
c' il profumo della propria anima nel posto disseccato dove sta.

 

(Titolo dell'originale inglese: What My Mother`s Hands Smell Like, traduzione di Elettra Bedon)

 

Carmine Starnino un poeta di Montreal. La sua ultima raccolta di poesie With English Subtitles.

 

LETTERATURA CANADESE 2

 

LETTERATURA CANADESE

 

BIBLIOSOFIA